Prodotti

Francesco Londonio Scena Bucolica con Asino Pastori e Gallo


( MIlano 1723-1783) olio su tela sulla pietra la scritta latina : F.L. Fecit cm 65 x 85 Francesco Londonio nacque nel 1723 a Milano. Fu allievo di Ferdinando Porta e Giovanni Battista Sassi, assimilando dai propri maestri il tratto elegante nella pittura, viaggiando in seguito anche a Roma ed a Napoli. Egli viene ancora oggi ricordato per essere stato tra gli artisti più operosi nel Settecento per le famiglie private milanesi. Egli fu infatti un valente ritrattista non solo per le casate dell'antica aristocrazia (i Borromeo, per esempio), ma anche per la nuova nobiltà, quella composta da imprenditori come i Greppi, i Tanzi o i Mellerio. Egli studiò anche l'arte dell'incisione presso il varesino Benigno Bossi e realizzò tra il 1759 ed il 1782 44 acqueforti aventi per soggetto scene agresti e campagnole, un repertorio di gustosi fotogrammi della vita contadina del Settecento, il tutto corredato da uno stile leggermente arcadico. Dodici di queste vennero dedicate al conte Firmian, governatore del Ducato di Milano. La sua opera massima, e anche la più curiosa, è certamente rappresentata da un presepio composto da una trentina di figure lignee ricavate da tavole di legno e poi dipinte, realizzato nel 1750 per la Chiesa di San Marco a Milano. Dopo quest'opera, l'Imperatrice Maria Teresa d'Austria gli affidò il ruolo di scenografo al teatro della Scala quando quest'ultimo venne completato. Morì a Milano nel 1783.

Altri prodotti che potrebbero interessarti

Carlo Piacenza dipinto olio

( Torino 1814-1885)olio su telafirmato in basso a destra cm 35 x 45

Maggiori dettagli →

CASSETTONE IN MASSELLO, FRANCIA

CASSETTONE in massello a cinque tiretti modanati ( i primi sono suddivisi in tre cassetti per simularne uno), lieve mossa frontale, sud della Francia, XVIII secolo, cm 123 x 53 x 86.

Maggiori dettagli →

Scultura di Toro in bronzo

Scultura in bronzo, raffigurante "Toro"base in marmo cm 30 x 15 x 3

Maggiori dettagli →

Interno della Galleria

scultura di Cesare Viola e acqueforti acquarellate di Salvador Dalì

Maggiori dettagli →